Home Comunicati stampa Pescara. incontro con Ministro Costa

ACCEDI AL SITO

Pescara. incontro con Ministro Costa PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Venerdì 20 Maggio 2016 11:26

" Così come avvenuto in altri Paesi continentali chiediamo al Governo di assumere una posizione politica in Europa per chiedere la proroga di trent'anni per le attuali imprese balneari e la ripartenza del negoziato sul doppio binario e la non inerenza delle Direttiva Bolkestein sul comparto.
Partecipiamo a tutti gli incontri regionali per affermare questa linea sindacale e per tutelare il futuro delle nostre imprese sulle proposte normative".

Risultati immagini per foto ministro costa

Questo è quanto affermato da Cristiano Tomei, Coordinatore nazionale di Cna Balneatori intervenuto nel corso dell'incontro con il Ministro agli Affari Regionali, Enrico Costa, tenutosi mercoledì a Pescara.


Riportiamo di seguito il comunicato stampa dell'AGI

ABRUZZO

Bolkenstein: Costa, serve riordino ma con adeguata transizione

(AGI) - Pescara, 18 mag. - "Vogliamo mettere mano a una disciplina complessiva di riordino che da molti anni manca. E' fondamentale affermare alcuni principi e un principio essenziale e' quello di rispettare la professionalita', l'esperienza, le imprese, perche' dietro ogni impresa ci sono delle scelte familiari, imprenditoriali, dei percorsi, delle valorizzazioni, che e' giusto non disperdere. E, per avviare questa disciplina di riordino, che non e' una cosa cosi' automatica e cosi' semplice, riteniamo sia necessario un adeguato periodo transitorio". Queste le parole del ministro degli Affari regionali Enrico Costa, questa sera a Pescara per un incontro, promosso dal Nuovo Centrodestra, con gli operatori balneari della citta' per parlare delle problematiche legate alla applicazione della direttiva Bolkenstein sul futuro delle concessioni. Costa ha ricordato che "e' attesa la pronuncia della Corte di giustizia" e che lui stesso coordina un tavolo aperto a livello interministeriale. A chi gli ha chiesto la durata del periodo transitorio ha detto di non voler "parlare di numeri" ma di intervenire "soprattutto sui principi, i numeri poi verranno e dovranno essere declinati in una fase successiva. Stiamo mettendo giu' - ha proseguito - i principi fondamentali, abbiamo praticamente concluso il nostro percorso e chiaramente poi affronteremo il percorso normativo". "Ho voluto condividere - ha fatto notare - i principi ai quali ancorare il riordino" e ora "dobbiamo portare a casa un risultato, che e' quello di tutelare gli sforzi che avete fatto, l'obiettivo e' di non far tirare una riga sui vostri sforzi, i vostri sacrifici, e va fatto con forza e intelligenza". Ricordando che ci sono delle mozioni da discutere si e' augurato che "vengano calendarizzate dal 7 giugno in avanti perche' sono convinto che non si faccia campagna elettorale sulla pelle vostra". Il ministro ha chiesto alla categoria di andare avanti in maniera "compatta". (AGI)
Pe1/Ett

Ultimo aggiornamento Venerdì 27 Maggio 2016 15:59
 

Informativa Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Facendo click su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di pi sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information