Home Comunicati stampa Fisco & spiagge, sotto l'ombrellone redditi ok.

ACCEDI AL SITO

Fisco & spiagge, sotto l'ombrellone redditi ok. PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 14 Dicembre 2011 10:43
carpentieriL'81% degli stabilimenti balneari (30mila in Italia, 700 in Abruzzo) è risultato “congruo” per il Fisco nel 2009. Lo ha detto il responsabile nazionale per le politiche fiscali della Cna, Claudio Carpentieri, (nella foto) intervenendo ieri mattina a Pescara nella sala Tosti dell'Aurum La Fabbrica delle idee, al convegno “L’Economia turistica balneare punto di forza del sistema Abruzzo”, organizzato dalla Fab-Cna per illustrare le tante novità che, a partire dal prossimo anno, interesseranno i rapporti tra esercenti e clienti sulle spiagge italiane e abruzzesi. Citando i dati dell'Agenzia delle Entrate, Carpentieri ha sottolineato come «i redditi dichiarati dagli esercenti delle concessioni balneari abbiano rispettato i limiti formulati per la categoria attraverso gli studi di settore», ovvero il principale strumento adottato dal ministero delle Finanze per valutare la rispondenza tra i redditi dichiarati e i beni e gli strumenti di lavoro posseduti. «Una tendenza positiva – ha proseguito Carpentieri - se si pensa che nel 2007 il tasso di congruità era stato del 50,9% e nel 2008 del 42,5%». Proprio la modifica degli studi di settore, avvenuta quest'anno, getta le basi per un rapporto completamente diverso, a partire dal prossimo mese di giugno del 2012, tra gestori degli stabilimenti e clientela. Un rapporto che sarà regolato da un contratto d'affitto, e il cui valore sarà determinato da una più rigida classificazione delle attività (a seconda del luogo, delle dimensioni, dei servizi offerti, del numero di ombrelloni e sdraio, della presenza o meno di bar, ristorante o cabine, solo per citare alcuni criteri) ma anche dall'introduzione obbligatoria dello scontrino fiscale o della ricevuta. In questo modo si arriverà a una più rigorosa definizione delle tariffe, proposte sotto diverse forme di abbonamento flessibili: giornaliero, week-end, settimanale, mensile, stagionale. Nel corso dell'incontro, aperto da una relazione del segretario regionale della Fab-Cna, Cristiano Tomei, e concluso dal direttore della Cna regionale, Graziano Di Costanzo, è stato inoltre tratteggiato il profilo delle imprese che gestiscono gli stabilimenti balneari italiani: nella stragrande maggioranza costituite sotto forma di società di persone (53%); con dimensioni ridotte (solo il 7,8% è di “grandi dimensioni”); dedito (13%) alla sola gestione dei servizi di spiaggia.
Ultimo aggiornamento Mercoledì 14 Dicembre 2011 10:50
 

Informativa Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Facendo click su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di pi sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information