Home Comunicati stampa BALNEARI: REGIONI CHIEDONO CHE GOVERNO FISSI INCONTRO CON UE.

ACCEDI AL SITO

BALNEARI: REGIONI CHIEDONO CHE GOVERNO FISSI INCONTRO CON UE. PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Venerdì 23 Novembre 2012 10:44

logo ansa

 

Le commissioni Demanio e Turismo delle Regioni hanno ribadito con forza la richiesta al Governo di fissare ''nel piu' breve tempo possibile'' un incontro con l'Unione europea per discutere soluzioni normative in tema di demanio marittimo a fini turistici.
Le Regioni, nel corso della riunione congiunta che si e' tenuta nel pomeriggio nella sede di Roma della Regione Liguria, hanno inoltre confermato che ''e' necessario trovare in sede europea soluzioni normative in grado di tutelare le migliaia di imprese turistiche balneari che rappresentano una peculiarita' e una ricchezza del patrimonio economico italiano''.
Nel rinnovare la richiesta al Governo di fissare un incontro a Bruxelles, i coordinatori nazionali Turismo, Mauro Di Dalmazio (Abruzzo), e Demanio, Gabriele Cascino (Liguria), hanno confermato, in accordo anche con Province e Comuni, che le Regioni, ''fino a quando non verra' fissato l'incontro con la Ue, aperto naturalmente anche al Sistema delle Regioni, non sono disponibili ad alcun confronto con il Governo su ipotesi di decreto o altro''.

Le commissioni Demanio e Turismo delle Regioni hanno ribadito con forza la richiesta al Governo di fissare ''nel piu' breve tempo possibile'' un incontro con l'Unione europea per discutere soluzioni normative in tema di demanio marittimo a fini turistici.Le Regioni, nel corso della riunione congiunta che si e' tenuta nel pomeriggio nella sede di Roma della Regione Liguria, hanno inoltre confermato che ''e' necessario trovare in sede europea soluzioni normative in grado di tutelare le migliaia di imprese turistiche balneari che rappresentano una peculiarita' e una ricchezza del patrimonio economico italiano''.

Nel rinnovare la richiesta al Governo di fissare un incontro a Bruxelles, i coordinatori nazionali Turismo, Mauro Di Dalmazio (Abruzzo), e Demanio, Gabriele Cascino (Liguria), hanno confermato, in accordo anche con Province e Comuni, che le Regioni, ''fino a quando non verra' fissato l'incontro con la Ue, aperto naturalmente anche al Sistema delle Regioni, non sono disponibili ad alcun confronto con il Governo su ipotesi di decreto o altro''.

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 30 Novembre 2012 10:25
 

Informativa Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Facendo click su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di pi sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information