Home Comunicati stampa Campomarino, Termoli. Canoni e concessioni demaniali. Al lavoro subito per una riforma complessiva del settore. Urgono soluzioni immediate.

ACCEDI AL SITO

Campomarino, Termoli. Canoni e concessioni demaniali. Al lavoro subito per una riforma complessiva del settore. Urgono soluzioni immediate. PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Giovedì 22 Maggio 2014 09:51

Pierpaolo Baretta, Sottosegretario MEF: Proposta proroga a dopo l'estate per i canoni e riforma delle concessioni demaniali per metà Ottobre.

Tomei, CNA Balneatori: "Tavolo tecnico subito e a lavoro durante l'estate per arrivare ad una riforma complessiva del settore delle concessioni demaniali da trattare con determinazione in Europa per la salvaguardia delle attuali imprese balneari italiane"

 

 

   campomarino 2014 baretta2

     campomarino 2014 tomei  campomarino 2014 baretta

Nella sala consiliare del Comune di Campomarino, Termoli sono stati affrontati - Mercoledì 21 Maggio - i principali nodi legati alla questione balneare italiana: Riforma del settore e canoni demaniali. L'incontro è stato aperto dall'intervento di Cristiano Tomei - Coordinatore nazionale CNA Balneatori - che ha illustrato i punti cardine della piattaforma sindacale sancita dal documento unitario sottoscritto congiuntamente da SIB Confcommercio, FIBA Confesercenti, CNA Balneatori, OASI Confartigianato e ASSOBALNEARI Confindustria.

Tomei ha chiesto l'immediata apertura del tavolo tecnico tra Governo e parti sociali per giungere ad una proposta di riforma complessiva che salvaguardi le attuali imprese e che possa essere trattata con autorevolezza a Bruxelles durante il semestre italiano di Presidenza al Consiglio europeo. Le imprese che operano nei territori dei seicento comuni italiani hanno bisogno di norme chiare che diano certezza per il futuro per far ripartire gli investimenti e confermare gli assetti occupazionali. Norme che devono far parte di una riforma complessiva sostenute e difese in Italia e in Europa senza tentennamenti. Così come decretato nelle due risoluzioni sulla crescita blu approvate al Parlamento europeo e al Senato italiano.

Il Sottosegretario On. Baretta ha indicato il termine del 15 Ottobre al fine di preparare un provvedimento con la concertazione dei Sindacati che vari una riforma del settore balneare, ormai da molto tempo attesa, utilizzando anche l'opportunità istituzionale fornita nel corso del semestre italiano di Presidenza europea per un riconoscimento in sede Comunitaria che tenga conto della specificità italiana su questo comparto.

Ultimo aggiornamento Venerdì 23 Maggio 2014 10:52
 

Informativa Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Facendo click su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di pi sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information