Home Comunicati stampa Ecco l'appello per chiedere l'urgente apertura del Tavolo Tecnico sulla questione balneare italiana:

ACCEDI AL SITO

Ecco l'appello per chiedere l'urgente apertura del Tavolo Tecnico sulla questione balneare italiana: PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Giovedì 03 Luglio 2014 08:19

articolo pubblicato su: Comitato Balneari Liguria

e gentilmente concesso per la presente pubblicazione

balnearia2012platea

Cristiano Tomei – coordinatore nazionale CNA Balneatori – commenta il nostro post odierno e rilancia:
La fase concertativa con le associazioni datoriali di lavoro che rappresentano le imprese balneari è fondamentale, necessaria ed imprescindibile. Le proposte di confronto e di concertazione necessarie per arrivare a una revisione della normativa demaniale che tuteli, ora e sempre, le attuali 30 mila imprese della balneazione attrezzata italiana, sono riportate in maniera schematica e modulare nel documento unitario 27 marzo 2014, indirizzato al Governo dai maggiori sindacati di categoria. E’ necessario lavorare fin d’ora su una pluralità di ipotesi per trovare una soluzione condivisa entro il 15 ottobre. Le nostre proposte consentono un confronto e una concertazione senza dictat rispetto alla soluzione finale, che potrà coordinarsi perfettamente, pur se con l’autorevolezza e la determinazione fin qui mancate, con la normativa europea. L’unico punto fermo sul quale non arretreremo è quello di tutelare le attuali imprese balneari, per garantire gli investimenti effettuati in questi anni, il valore delle aziende e l’esperienza gestionale, patrimonio economico e tecnico unico in Europa, necessario per far ripartire investimenti ed occupazione in Italia.
Chiediamo l’apertura del tavolo tecnico. Chiediamo una soluzione normativa. Chiediamo una chiara e precisa volontà politica. Chiediamo certezza per il futuro di 30 mila famiglie e 30 mila imprese italiane. Lo chiediamo ora, perché ieri – primo luglio – si è aperto il semestre di presidenza italiana del Consiglio UE e perché entro la fine dell’anno è necessario trovare una soluzione adeguata. Il più recente documento unitario delle maggiori sigle sindacali è stato trasmesso ai rappresentanti del Governo e delle forze politiche il 27 giugno: chiediamo ora una risposta urgente. La chiedono 30 mila imprese balneari italiane.”
Ultimo aggiornamento Giovedì 03 Luglio 2014 08:42
 

Informativa Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Facendo click su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di pi sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information