Home Comunicati stampa RISOLUZIONE LODOLINI. TOMEI: IMPEGNARE IL GOVERNO A DIFENDERE LE 30 MILA IMPRESE BALNEARI ITALIANE

ACCEDI AL SITO

RISOLUZIONE LODOLINI. TOMEI: IMPEGNARE IL GOVERNO A DIFENDERE LE 30 MILA IMPRESE BALNEARI ITALIANE PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 06 Maggio 2015 23:48

Articolo pubblicato su gentile concessione di comitatobalneariliguria.it

023La risoluzione presentata da Emanuele Lodolini alla VI Commissione Finanze ci ha francamente sconcertato: come è possibile cogliere le valenze del comparto balneare italiano e poi liquidarlo senza incertezze? Lodolini si rende conto delle conseguenze della sua proposta? Ne parliamo telefonicamente con Cristiano Tomei.
Presidente Tomei, qual è il suo pensiero sulla recente risoluzione Lodolini?
Quando si parla di sistema balneare italiano – sistema complesso e articolato, tradizione ed eccellenza unica in Europa e nel mondo – si deve parlare delle 30 mila imprese balneari in attività e si deve dire a chiare lettere che, con il ricorso alle aste o alle evidenze pubbliche, questo sistema sarebbe distrutto e ne uscirebbe completamente snaturato. Si perderebbe quanto le imprese familiari hanno saputo fare finora e si farebbe un salto nel buio. Siamo d’accordo sull’istituzione urgente di una cabina di regia, o di un tavolo tecnico, per affrontare il riordino normativo della materia. In quest’ambito vogliamo verificare il diritto delle attuali imprese balneari ad avvalersi di un periodo di attività non limitata, concetto che siamo ormai certi di poter sostenere su base giuridica. Tale riassetto, non dimentichiamolo, deve riguardare anche il riordino dei canoni demaniali, con revisione dei canoni cosiddetti pertinenziali, per i quali abbiamo chiesto e chiediamo una moratoria urgente.
Come intende procedere a questo riguardo?
Sulla base di questi principi per noi inderogabili, abbiamo predisposto una memoria articolata, che stiamo inviando a tutti i componenti della VI Commissione, unitamente alla risoluzione CNA Balneatori di Ravenna, agli atti di intervento al TAR Lombardia e al TAR Sardegna, al Memorandum Nesi e al documento intersindacale unitario. Domani stesso forniremo tutti i dettagli.

Ultimo aggiornamento Venerdì 15 Maggio 2015 08:25
 

Informativa Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Facendo click su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di pi sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information