Home Comunicati stampa L'Aquila, Direttiva Bolkestein: scelto il doppio binario.

ACCEDI AL SITO

L'Aquila, Direttiva Bolkestein: scelto il doppio binario. PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 05 Agosto 2015 09:40

Consiglio Regionale

Consultazione sulle concessioni demaniali

marittime e diritto europeo.

Tomei, Cna Balneatori: "un confronto positivo e costruttivo. Adesso è importante che la Conferenza delle Regioni  dia un forte impulso  a sostegno della proroga al 2020 fondamentale per il proseguimento del negoziato europeo sul doppio binario che deve contenere un periodo transitorio lungo e adeguato per le attuali imprese balneari e - aggiungiamo noi di Cna Balneatori- per continuare, senza abbandonare la lotta sindacale, a lavorare per trovare soluzioni giuridiche che escludano aste ed evidenze pubbliche".

 

ravenna tomei 
 

(ACRA) - "Una soluzione sostenibile che, senza entrare in contrasto con il principio della libera concorrenza, permetta comunque di tutelare una realtà tutta italiana, fatta di piccoli balneatori che tanto hanno investito in una forma di imprenditorialità familiare in cui la caratteristica fondamentale è il legame affettivo con la realtà marittima. È questo l'impegno che la Regione Abruzzo è tornata oggi a rinnovare nel corso dell'audizione delle associazioni di categoria interessate al demanio marittimo". A dirlo è il Presidente della Quarta Commissione  Politiche Europee, Luciano Monticelli. Al centro dell'incontro il delicato tema della Direttiva Servizi, meglio nota come Direttiva Bolkestein, di cui, oltre al presidente Monticelli, hanno discusso Giovanni Lolli, Vicepresidente della Giunta regionale e Coordinatore delle Regioni italiane in materia di turismo: Cristiano Tomei, coordinatore nazionale della CNA Balneatori; il Presidente regionale della Fiba-Confesercenti, Giuseppe Susi e Riccardo Padovano, Presidente del SIB-Confcommercio Pescara. "L'idea, condivisa da tutti i presenti alla discussione – spiega i Monticelli – è quella di tentare la via del doppio binario proponendo, da una parte, di creare bandi sulle nuove concessioni demaniali marittime che prevedano però delle proroghe e definendo dall'altra, un lasso di tempo congruo agli esercenti per continuare a esercitare la loro attività. Si tratta di una sfida importante, di cui noi amministratori regionali non possiamo non tener conto: dalla corretta applicazione di questa direttiva dipende, infatti, una buona fetta dell'economia dell'Abruzzo, in particolare sulla questione del turismo balneare. Regione e associazioni di categoria sono concordi nell'esigenza di assicurare una libera concorrenza e un mercato aperto, cercando tuttavia un'alternativa in cui essa conviva la realtà economica e sociale nostrana, dove la concorrenza è certo fondamentale, ma non è e non può essere l'unico valore che ci si propone. Questo è un patrimonio della tradizione italiana – sottolinea c Monticelli – che non può e non deve essere disperso, soprattutto a causa dell'applicazione di una disciplina che non fornisce alcuna garanzia su quale sarà il futuro dell'attività balneare e su quali saranno le garanzie per la tutela del bene demaniale. Non si tratta di sfuggire alla normativa o ai principi del diritto dell'Unione europea - conclude il Presidente della Quarta Commisisone - quanto piuttosto legittimare la maniera di tutelare questo patrimonio imprenditoriale italiano nel quadro dei principi europei. La sfida politica è quella, dunque, di trovare una soluzione equilibrata".

Risultati immagini per logo rai 3

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 06 Agosto 2015 11:00
 

Informativa Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Facendo click su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di pi sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information