Home Comunicati stampa CORTE DI GIUSTIZIA UE: UDIENZA DIBATTIMENTALE 3 DICEMBRE 2015 - APPELLO DI TOMEI ALLA POLITICA

ACCEDI AL SITO

CORTE DI GIUSTIZIA UE: UDIENZA DIBATTIMENTALE 3 DICEMBRE 2015 - APPELLO DI TOMEI ALLA POLITICA PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 09 Novembre 2015 15:30

Tomei, Cna Balneatori: "ci rivolgiamo alla Politica affinch esprima solidariet al comparto balneare marittimo possibilmente con mozioni e ordini del giorno".

ravenna tomei

 

Dopo la notizia di ieri circa l'udienza e i gli argomenti in discussione, abbiamo chiesto al presidente Tomei - CNA Balneatori - come la politica possa intervenire per sostenere le ragioni dei balneari, senza interferire con l'intangibile l'autonomia della Corte.

Tomei sereno. La notizia di ieri stata metabolizzata attraverso ore di riflessione, di confronti e di lavoro.  Questa la sua risposta: "Come CNA Balneatori abbiamo fatto quanto era necessario e possibile per tutelare le imprese balneari italiane rispetto ai quesiti pregiudiziali proposti da due tribunali amministrativi regionali. La questione, come sappiamo, al vaglio della Corte di Giustizia. Le decisioni della Corte, che ci auguriamo favorevoli, dovranno in ogni caso essere rispettate come occorre fare per qualsiasi tribunale. Com' stato anticipato attraverso i legali di CNA Balneatori aggiorneremo ulteriormente le nostre memorie difensive con quanto sar ritenuto utile e necessario. Nel contempo riuniremo la categoria, per dare puntuali informazioni, valutare la questione e anticipare la proposta sindacale normativa che invieremo al Governo e alla politica. Alla politica ed in particolare agli europarlamentari, ai parlamentari, ai consiglieri delle regioni costiere e ai sindaci delle citt di mare mi rivolgo affinch esprimano solidariet al comparto balneare marittimo possibilmente con mozioni e ordini del giorno. L'economia turistica costiera italiana non pu essere ridotta a un fatto meramente economico: le famiglie dei concessionari balneari e quelle dei loro collaboratori aspettano con il fiato sospeso che la tensione si sciolga e che sia possibile tornare serenamente al lavoro. L'economia costiera italiana nel corso dell'ultima estate ha manifestato i primi importanti segnali di ripresa, che devono essere confermati in futuro e che passano necessariamente attraverso la conferma del diritto di esistere delle imprese balneari italiane. Questo aspettiamo, in questo fermamente crediamo."

 

Informativa Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalit illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di pi o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Facendo click su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti alluso dei cookie. Per saperne di pi sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information